Santa Pudenziana



La chiesa di Santa Pudenziana si trova in loc. Visciano, a pochissimi chilometri dalla città di Narni. La prima notizia nei documenti scritti risale al 1129, in una bolla di Onorio II, in cui è ricordata tra le pertinenze della chiesa di San Giovenale come Santa Maria de Visiano.
La dedicazione a Santa Pudenziana è, pertanto, successiva alla costruzione dell'edificio e si deve probabilmente al rinvenimento nella zona di numerosi laterizi con il marchio "PUDENS", riferibili a Q. Servilius Pudens, ricco romano proprietario di una fornace e di terre nella zona e a Roma. D'altra parte la presenza di ville rustiche di epoca romana è testimoniata dal largo utilizzo di materiali di spoglio per la costruzione della chiesa. In particolare va segnalata la presenza di un blocco di pietra squadrato utilizzato come secondo gradino di accesso al portico. Osservandolo attentamente è possibile notare la presenza di due incassi poco profondi da identificarsi con gli alloggiamenti delle strutture del torchio per la spremitura delle olive (in uso presso le ville rustiche dal II sec. aC.).
Il campanile di altezza notevole sfrutta, con ogni probabilità, una
torre di avvistamento di epoca precedente cui si sovrappone la struttura che ospita le campane.
L'interno, a tre navate, è realizzato ricorrendo, come per l'esterno, ad un ampio utilizzo di materiale di spoglio di epoca romana solo in parte rilavorato. Il presbiterio è leggermente rialzato, con un semplice altare e un ciborio la cui cupola è sorretta da capitelli di forma diversa. Dietro l'altare, al centro dell'abside semicircolare, si trova la cattedra abbaziale ai cui lati si collocano le banchine in pietra destinate ai monaci. Il pavimento dell'abside, così come quello della chiesa, è realizzato con frammenti di travertino, marmo ed elementi di mosaici antichi.
Al di sotto del presbiterio si trova la cripta.

La costruzione dell'edificio va collocata nel XI secolo

Volete conoscere l'Umbria? Sul nostro sito trovate molte proposte di itinerari in cui possiamo farvi da guide, ed eventi organizzati da noi  www.giteinumbria.it

Commenti

Post popolari in questo blog

La Domus di Scilla nell'Antiquarium di Gubbio

Il trono papale della Basilica Superiore di Assisi

Lungo l'antica via Flaminia